Gazzetta Ufficiale N. 181 del 06 Agosto 2003

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 29 luglio 2003
Accreditamento dei soggetti pubblici e privati che possono svolgere corsi per il recupero dei punti della patente di guida.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Visto l'art. 7 del decreto legislativo 15 gennaio 2002, n. 9, che
introduce la patente a punti;
Visto in particolare il comma 4 del predetto decreto che prevede la
possibilita' di riacquistare punti previa frequenza di corsi di
aggiornamento organizzati dalle autoscuole ovvero dai soggetti
pubblici e privati a cio' autorizzati dal Dipartimento per i
trasporti terrestri;
Considerata l'esigenza di stabilire i criteri per il rilascio
dell'autorizzazione ai soggetti pubblici e privati che dovranno
svolgere i corsi per il recupero dei punti per la patente di guida;

Decreta:
Art. 1.
Autorizzazione ad effettuare i corsi

1. I corsi previsti dall'art. 7, comma 4, del decreto legislativo
15 gennaio 2002, n. 9, e successive modificazioni, che consentono di
recuperare i punti decurtati a seguito di violazione di norme di
circolazione stradale sono svolti oltre che dalle autoscuole, da
soggetti pubblici o privati di comprovata esperienza nell'attivita'
di formazione attinente a temi di tutela della sicurezza della
circolazione stradale con particolare riferimento alle
responsabilita' del conducente del veicolo, autorizzati dal
Dipartimento dei trasporti terrestri secondo i criteri previsti ai
commi successivi.
2. L'autorizzazione a svolgere i corsi previsti dall'art. 7, comma
4, del decreto legislativo 15 gennaio 2002, n. 9, e successive
modificazioni, e' rilasciata a:
soggetti pubblici che effettuano i corsi sotto la loro diretta
supervisione e responsabilita';
soggetti privati che svolgono l'attivita' di cui al comma 1 da
almeno dieci anni e che operano a livello nazionale.
3. I soggetti di cui al comma 2 devono dimostrare di possedere
locali, attrezzature e personale conformi a quanto previsto dal
presente decreto. Detti elementi potranno costituire oggetto di
visita ispettiva preventiva da parte degli uffici provinciali del
Dipartimento dei trasporti terrestri.
4. La richiesta di autorizzazione deve essere inoltrata al
Dipartimento dei trasporti terrestri, secondo lo schema di domanda di
cui all'allegato 1; non puo' essere dato avvio ad un corso prima di
aver ottenuto la suddetta autorizzazione.
5. In relazione alle specifiche caratteristiche possedute dal
soggetto richiedente, le autorizzazioni possono essere rilasciate
anche per l'effettuazione di corsi relativi solo a determinate
categorie di patenti di guida.

 

Art. 2.
Locali e attrezzature richiesti
per ottenere l'autorizzazione

1. I soggetti pubblici e privati, per essere autorizzati, devono
dimostrare di avere la disponibilita':
a) di un'aula di almeno mq 25 di superficie e comunque tale che
per ogni allievo siano disponibili almeno mq 1,50 dotata almeno di
una cattedra od un tavolo per l'insegnante e di posti a sedere per
gli allievi in proporzione alla disponibilita' di superficie
dell'aula;
b) servizi igienici composti da bagno illuminato e areato;
c) di materiale didattico costituito almeno da:
1) una serie di cartelli con le segnalazioni stradali:
segnaletica verticale, segnaletica orizzontale, segnaletica luminosa;
2) pannelli illustrativi degli elementi del veicolo rilevanti
ai fini della sicurezza stradale;
3) tavole raffiguranti le cinture di sicurezza, il casco e la
loro funzione;
4) tavole raffiguranti gli interventi di primo soccorso;
5) pannelli ovvero tavole relativi al trasporto di merci
pericolose e carichi sporgenti;
6) una serie di cartelli raffiguranti il motore diesel,
l'iniezione, l'alimentazione, il servosterzo, gli impianti e gli
elementi frenanti dei veicoli industriali;
7) una serie di cartelli raffiguranti gli organi di traino dei
veicoli industriali, le loro sospensioni, gli organi di frenatura dei
rimorchi, la diversa classificazione di detti veicoli;
8) elementi frenanti sia per il freno misto che per quello del
tipo ad aria compressa, compresi gli elementi di frenatura del
rimorchio.
2. Il materiale didattico di cui al comma 1, lettera c), puo'
essere sostituito con supporti audiovisivi o multimediali.
3. L'altezza minima di tali locali e' quella prevista dal
regolamento edilizio vigente nel comune in cui sono ubicati i locali.
4. Per i corsi relativi alle patenti di guida sottocategoria A1 e
categoria A, B e B+E il materiale didattico obbligatorio e' limitato
a quello previsto nei precedenti punti da 1) a 6).

 

Art. 3.
Docenti dei corsi di recupero dei punti

1. I docenti dei soggetti privati che svolgono i corsi per il
recupero dei punti devono aver conseguito l'abilitazione di
insegnanti di teoria per la formazione dei conducenti e devono aver
svolto tale attivita' negli ultimi cinque anni per almeno tre anni
consecutivi.
2. I docenti dei corsi istituiti da soggetti pubblici possono
essere, oltre a quelli previsti al comma 1:
a) docenti appartenenti agli organi di polizia adibiti al
controllo della circolazione stradale o appartenenti ai soggetti
adibiti ai servizi di polizia stradale, che abbiano maturato
esperienze nel settore della formazione;
b) dipendenti di soggetti pubblici che svolgono attivita'
connesse alla sicurezza della circolazione stradale, che abbiano
maturato esperienze nel settore della formazione.
3. Ai fini dello svolgimento dei corsi per il recupero dei punti,
gli insegnanti di teoria delle autoscuole devono soddisfare i
medesimi requisiti previsti al comma 1.

 

Art. 4.
Sospensione e revoca dell'autorizzazione

1. Gli uffici provinciali del Dipartimento dei trasporti terrestri
effettuano controlli periodici presso i soggetti pubblici e privati
di cui all'art. 1 al fine di verificare la persistenza dei requisiti
previsti nel presente decreto. In occasione delle visite ispettive
viene redatto un verbale in cui si evidenziano le irregolarita'
riscontrate. Esse sono contestate immediatamente al legale
rappresentante dell'ente autorizzato.
2. Sulla base di detto verbale il direttore dell'ufficio
provinciale del Dipartimento dei trasporti terrestri competente per
territorio emana atto di diffida per l'eliminazione delle
irregolarita' accertate entro il termine di sette giorni.
3. Nel caso di inottemperanza alla diffida di cui al comma 2, il
direttore dell'ufficio provinciale del Dipartimento dei trasporti
terrestri competente per territorio dispone la sospensione da
quindici giorni a sei mesi dell'autorizzazione ad effettuare nuovi
corsi per il recupero dei punti.
4. Nei casi in cui siano accertati reiterate gravi irregolarita',
il direttore dell'ufficio provinciale del Dipartimento dei trasporti
terrestri competente per territorio revoca l'autorizzazione ad
effettuare i corsi.
5. Le misure di sospensione o di revoca di cui ai precedenti commi
3 e 4, si applicano direttamente in caso di violazioni riferite a
quanto previsto all'art. 1, commi 4 e 5, ed all'art. 3, commi 1 e 3.

 

Art. 5.
Corsi effettuati dalle autoscuole

1. Le autoscuole autorizzate ai sensi dell'art. 335, comma 10,
lettera a), del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre
1992, n. 495, possono svolgere corsi per il recupero di punti per
tutte le categorie di patenti, mentre le autoscuole autorizzate ai
sensi dell'art. 335, comma 10, lettera b), del decreto del Presidente
della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, possono svolgere corsi
solo per titolari di patenti di categoria A e B e patenti speciali
corrispondenti.
Roma, 29 luglio 2003
Il Ministro: Lunardi

    Allegato


            Fac simile
della richiesta di autorizzazione

MARCA DA BOLLO
                                  Al Ministero delle infrastrutture e
                                  dei  trasporti  -  Dipartimento dei
                                  trasporti  terrestri  e dei sistemi
                                  informativi    e    statistici    -
                                  Direzione generale motorizzazione e
                                  sicurezza del trasporto terrestre -
                                  via  Giuseppe  Caraci,  36  - 00157
                                  Roma

    Oggetto: richiesta di autorizzazione ad effettuare i corsi di cui
all'art. 7, comma 4, del decreto legislativo 15 gennaio 2002, n. 9, e
successive modificazioni.
    Lo scrivente, in qualita' di.... chiede, ai sensi dell'art. 7 del
decreto   legislativo   15 gennaio   2002,   n.   9,   e   successive
modificazioni, di essere autorizzato ad effettuare lo svolgimento dei
corsi di aggiornamento dei conducenti per il recupero dei punti della
patente di guida.
    Lo scrivente, a tal fine, si impegna:
      1) a fornire in allegato la documentazione prevista dall'art. 2
del decreto ministeriale .........................;
      2)  ad  effettuare  i  corsi  di formazione nel totale rispetto
delle  disposizioni  previste dall'art. .... del decreto ministeriale
....;
      3)   a   notificare   per  iscritto,  nei  termini  prescritti,
all'ufficio  provinciale  del  Dipartimento  dei  trasporti terrestri
competente  per  territorio,  relativamente  alla  sede  dell'ente od
organizzazione, quanto segue:
        a) sede di svolgimento dei corsi e orari;
        b) data di inizio del corso;
        c) calendario  completo dei giorni e delle ore di lezione con
l'indicazione   dei   rispettivi   docenti,   con   precisazione  del
responsabile del corso (dati anagrafici, numero telefonico);
        d) elenco dei nominativi dei partecipanti al corso.
      4)  a  consentire  il  libero  accesso  ai  funzionari  del....
incaricati  ad  effettuare  controlli,  nelle sedi di svolgimento del
corso nelle ore e nei giorni di svolgimento del corso;
      5) a tenere a disposizione appositi registri di frequenza;
      6)  a comunicare eventuali variazioni da apportare all'allegato
elenco dei docenti.
    Data .................
                                              Firma .................